+39 0544 992225

Contratto D'Albergo

All’atto della prenotazione, si considera accettato e concluso il seguente contratto di albergo sottoposto alle seguenti condizioni:

  1. Caparra Confirmatoria – salvo diversamente specificato, è richiesto il versamento di un anticipo pari a € 400,00 oppure del 30% dell’importo totale del soggiorno per garantire la prenotazione; viene inoltre richiesta una conferma scritta inviata tramite  lettera cartacea, e-mail oppure fax dove siano specificate le date di arrivo e partenza, i propri dati, incluso indirizzo e numero di telefono e l'orario indicativo di arrivo.
  2. Inadempimento del Cliente – in caso di recesso dal contratto da parte del cliente entro 60 giorni, l’albergo tratterrà l’importo versato a titolo di caparra confirmatoria, fatto salvo il maggior danno. In caso di partenza anticipata l’albergo ha diritto al pagamento dell’importo concordato per l’intero soggiorno, qualora non siano intervenuti diversi e successivi accordi con l’albergatore stesso, soprattutto in caso di forza maggiore.
  3. Inadempimento dell’albergo – nel caso di impossibilità dell’albergatore a fornire i servizi di alloggio confermati, l’albergo deve restituire il doppio della caparra ricevuta, fatto salvo il maggior danno, qualora il cliente non accetti di essere ricollocato presso una struttura ricettiva limitrofa di uguale o superiore categoria. In caso di ricollocamento, le spese per il trasferimento ad altra struttura e l’eventuale differenza di prezzo della stessa sono a carico dell’albergatore che non è stato in grado di fornire i servizi confermati.
  4. Ora di arrivo e di partenza – la camera d’albergo viene messa a disposizione del cliente dalle ore 13:00 del giorno di arrivo e deve essere lasciata libera dal cliente non più tardi delle ore 10:00 del giorno di partenza.
  5. Clausola di composizione delle controversie – tutte le controversie nascenti dal presente contratto verranno deferite al servizio di conciliazione della Camera di Commercio di Ravenna e risolte secondo il Regolamento di conciliazione da questa adottato. Nel caso di mancata riuscita del tentativo di conciliazione le parti potrenno liberamente adire l’Autorità Giudiziaria ordinaria competente presso il foro del luogo di residenza o di domicilio elettivo del consumatore, inderogabilmente ai sensi del’art. 33, co. 2°, lettera u) del D.lgs. n. 206/2005.

Per quanto non espressamente pattuito, il presente contratto è regolamentato dalle disposizioni del Codice Civile sui contratti in generale.

Condividi